Contratto sciolto, Piombino libera da Rebrab

Contratto sciolto, Piombino libera da Rebrab

Il commissario straordinario della ex Lucchini, Piero Nardi, ha inviato una "lettera di inadempimento" degli accordi firmati il 30 giugno scorso ad Aferpi, l'impianto siderurgico che fa capo al gruppo Cevital dell'algerino Issad Rebrab. Ad ufficializzare l'invio della lettera, secondo quanto riportano oggi alcuni quotidiani locali, è stato lo stesso commissario, ieri, in un incontro con i sindacati.

Secondo quanto prospettato nei giorni scorsi, una volta inviata la lettera Nardi notificherà l'inadempienza al foro competente (il Tribunale di Livorno), chiedendo la risoluzione del contratto. Il Tribunale nominerà un giudice, chiamerà la controparte, e chiederà memorie. Da qui si innescherà potenzialmente un contraddittorio, con giudizi di primo grado, di secondo grado ed eventualmente di cassazione.

  • Piombino


ULTIME